PORTO FRANCO II EDIZIONE
SABATO 18 SETTEMBRE
concerto
ore 21.00
ingresso gratuito

CENTRO CULTURA POPOLARE

FOLKCLUB

 

CENTRO REGIONALE ETNOGRAFICO LINGUISTICO

 

PORTO FRANCO II

PIAZZA PROFANA X EDIZIONE

DEDICATO A FRANCO LUCA'

 

MAISON MUSIQUE

Via Rosta 23 Rivoli

 

Sabato 18 settembre 2010

a partire dalle 21

Ingresso libero

 

Edizione dedicata all'Unità d'Italia:

spazio a bande e orchestre

 

Sì siamo completamente pazzi. Nell'anno in cui siamo costretti a organizzare Porto Franco senza nessun contributo pubblico, utilizzando fondi nostri; non solo manteniamo la gratuità dell'evento, ma dedichiamo l'edizione 2010 alle bande e alle orchestre, ovvero quanto di più costoso si può immaginare in ambito musicale.

Dallo scorso anno lo storica kermesse di musica folk e world Piazza Profana, che Centro Cultura Popolare organizzava dal 2001 al Forte di Exilles, ha cambiato nome e luogo di svolgimento. Si è evoluta in Porto Franco e si è spostata a Maison Musique istituzionalizzando la dedica al suo fondatore e ideatore: Franco Lucà.

Scriveva Franco, nella presentazione di Piazza Profana:

La piazza militare del Forte torna, come ogni anno, a trasformarsi in un antico porto del Mediterraneo. Le navi scaricano uomini e culture di altri paesi, mercanzie, colori, suoni e grida diverse.

Ed è da qui che abbiamo preso l'idea del nuovo nome, un porto di mare dove genti e culture diverse si mischiano, si parlano, si confrontano; un porto franco dove non ci sono dazi da pagare (la gratuità del festival è una delle sue caratteristiche distintive, che abbiamo voluto mantenere, nonostante quest'anno manchi il contributo della Regione Piemonte) e dove gli scambi sono liberi. E poi Franco, con la F maiuscola, per ricordare nel nome stesso del festival il suo fondatore e ideatore, nonché fondatore e ideatore di Maison Musique, che di Porto Franco è sede ovvia e naturale.

Così continuava Franco Lucà nella sua presentazione del festival:

Gente e popoli che molto hanno in comune e tanto condividono, ma che pure vantano tratti e caratteristiche unici, originali. Il vecchio porto si risveglia all'attracco del galeone, il conseguente tramestio, la festosa ridda di lingue curiose e figure ammiccanti, l'irriverente mercanteggiare tra luci e profumi da favola, rimettono in circolo il sangue nei vicoli, ricolorano le facciate corrose, richiamano le genti dalle campagne. Nel porto, tra mercanti di spezie e venditori di fumo, in mezzo a bambini esaltati e cani questuanti, fra uomini ondeggianti e donne certe, scorre insaziabile la voglia di conoscenza.

E' festa….festa….festa di piazza!

E lo sarà, ancora una volta, in ricordo di Franco

 

L'EDIZIONE 2010

Il programma artistico di questa edizione, ideato con la preziosa collaborazione di Fabio Barovero, non può non risentire della mancanza di un contributo pubblico. Mancano ovviamente i grandi artisti internazionali, sempre presenti nelle scorse edizioni. Abbiamo però cercato di fare di necessità virtù e, dovendo in qualche modo limitarci ad artisti presenti sul territorio nazionale, abbiamo pensato di anticipare le celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia, dedicando l'edizione di quest'anno di Porto Franco a questo tema. Altro filo conduttore saranno le orchestre e le bande: certo suona paradossale che un festival in ristrettezza economica si consacri alla forma di espressione più dispendiosa dal punto di vista economico, ma ciò è reso possibile dalla fitta rete di contatti e relazioni che l'universo FolkClub/Maison Musique ha tessuto negli anni con tante realtà musicali, che al momento del bisogno si sono rese disponibili a dare una mano.

 

IL PROGRAMMA ARTISTICO

Il clou della seconda edizione di Porto Franco sarà imperniato sullo storico gemellaggio tra la Banda di Avola (Sicilia) e la Banda di Condove (Piemonte), sotto la direzione artistica di Fabio Barovero (già ideatore del progetto Banda Jonica). Due bande popolari che nel loro abbraccio musicale includono idealmente tutta la nazione, simboleggiando in modo originale e unico l'Unità d'Italia. L'ensemble formato dalle due bande supporterà le canzoni di Mirco Menna tratte dal suo album …e l'italiano ride, che Menna ha realizzato proprio con la Banda di Avola.

Altro ensemble di nutrita consistenza è l'Orchestra Trad Alp, che dopo l'anteprima del giugno scorso a Maison Musique e il grande concerto di Aosta di agosto, riporta sul palco di Maison Musique la sua originalissima formula di folk sinfonico, con musicisti provenienti da tutto l'arco alpino occidentale.

Strumento veramente simbolo dell'Unità d'Italia è l'organetto diatonico, esso si ritrova infatti nella tradizione musicale di ogni regione italiana, dal Piemonte alla Puglia, dal Veneto alla Calabria, nasce così da un'idea degli organettisti laziale Raffaele Pinelli e valdostano Rémy Boniface l'idea di un Ensemble di Organetti, che si presenterà in anteprima a Porto Franco una parte dello spettacolo che chiuderà la prossima edizione di Terra Madre. L'Ensemble è arricchito dalla presenza dei percussionisti afro della Orchestraniké. Perché l'Unità d'Italia, che nelle sue prime fasi è storia di integrazione tra le diverse regioni, oggi è storia dell'integrazione con una consistente massa di migranti che giunge dalle zone più sfortunate del mondo, ecco quindi a simboleggiare questo momento storico, la presenza della Orchestra di Porta Palazzo, ensemble multietnico che prende il nome dal fulcro del melting pot torinese.

Infine parteciperà alla kermesse un ensemble tradizionale, tipico delle Valli di Lanzo, una formazione un tempo presente in ogni vallata dell'Arco Alpino: la Fanfara delle Valli di Lanzo, formazione di ottoni tradizionali

140 artisti coinvolti, culture musicali diverse pronte a confrontarsi e intrecciarsi, questi i numeri di Porto Franco che si presenta con le credenziali in regola per onorare il ricordo di Franco Lucà.

 

PROGRAMMA

ore 20.30 (esterno)

Fanfara delle Valli di Lanzo

ore 21 (sala)

presentazione e gemellaggio tra Banda di Avola e Banda di Condove

Orchestra Trad Alp

Percussionisti della Orchestraniké

Banda di Avola con Mirco Menna

Ensemble di organetti

Orchestra di Porta Palazzo

 

 

ARTISTI E MUSICISTI

 

BANDA DI AVOLA con MIRCO MENNA
La più indiavolata banda del Mediterraneo e un grande cantautore presentano il progetto che ha portato una di ventata di novità nella canzone d'autore italiana

ORCHESTRA TRAD ALP
Progetto transregionale per orchestra folk: nettare per le orecchie

ORCHESTRA DI  PORTA PALAZZO
L'ensemble multietnico torinese: oltre qualunque barriera.

ENSEMBLE DI ORGANETTI 
Pinelli, Gambetta, Bottasso, Boniface: 4 virtuosi per un progetto ambizioso ideato per Terra Madre

PERCUSSIONISTI DELLA ORCHESTRANIKE'
I ritmi africani, guidati dal griot Kassoum Diarra

FANFARA DELLE VALLI DI LANZO 
La formazione tradizionale della festa
, l'autentica musica popolare

Maison Musique è gestita da Associazione CREL (Centro Regionale Etnografico Linguistico) PI 07812840010
Credits